Giovanni Francesco Pico della Mirandola
Opus aureum

 15,00

Tradotto e curato da Maurizio Barracano

Trattato di ampio respiro sull’Alchimia e sulla Scienza Filosofale in
senso lato, attribuito a Giovanni Francesco Pico della Mirandola, nipote
del grande Giovanni Pico, nato intorno al 1469 e cultore di Filosofia e
di Teologia, Per la prima volta tradotto in lingua volgare, dal latino, si
evidenzia, come è detto nella prefazione, per «[…] le sue caratteristiche
di solida impostazione e trattazione del tema dell’Arte Filosofale […],
caratteristiche che ne fanno una buona introduzione ai temi dell’Ars
Regia e cioè dell’Alchimia. E’ bene comunque sottolineare – si dice ancora
nella prefazione – che l’Alchimia non è “progenitrice” della chimica o “chimica allo stato
infantile”, come molti ebbero e continuano a sostenere […] Alchimia è essenzialmente cultura ed
azione volte alla realizzazione del Sapere, del vero Sapere che è integrazione del conoscente con
il conosciuto […]».

 

ISBN

9788870490077

Pagine

pp. 122

Anno di pubblicazione

1979

Illustrazioni

in B/N nel testo

Rilegatura

Brossura, cucito filo refe

Formato

15×21 cm